romano in "la grande bellezza"

“La grande bellezza” ha una scena hot tagliata: la rivelazione di Verdone

“La grande bellezza” ha una scena hot tagliata: la rivelazione di Verdone

Dopo aver conquistato i Golden Globes e gli Oscar 2014, “La grande bellezza” torna al centro delle attenzioni mediatiche, e torna a farlo grazie a un’intervento di Carlo Verdone. Durante un’intervista concessa a Reputescion, format in onda su Sky La3, l’attore ha confessato che nel film c’era una scena particolarmente hot che è poi stata tagliata, ma che a suo dire sarebbe stata essenziale per dare “una panoramica più completa del personaggio e delle sue intenzioni di lasciare Roma”.

Quella scena, in sostanza, sarebbe stata utile per permettere di capire perché Romano se ne va non solo con il peso della delusione, ma anche con quello dell’umiliazione. Ma a questo punto una domanda sorge spontanea: che cosa conteneva quella scena eliminata?

Verdone ha raccontato che Romano, in quella scena, fa uno spettacolo teatrale, dà lettura dei suoi scritti e delle sue poesie, e il pubblico sembra anche rispondere bene a quella sua prestazione. Lo spettacolo era incentrato sulla cocainomane del quale si è innamorato, interpretata nel film da Anna Della Rosa, che però non mostra alcun segno di attenzione e tanto meno di interesse verso lo spettacolo di Romano.

Ebbene, la scena tagliata inizia con loro due che se ne stanno in macchina: lei è concentrata a chattare con il suo Blackberry, mentre Romano prova a strapparle qualche parola di bocca circa lo spettacolo in cui si era imbattuto. Dopo una risposta stizzita da parte di lei, Romano si arrabbia, frena e la costringe a scendere dall’auto. Dopo di che Verdone prosegue per pochi metri e poi, ripensandoci, torna indietro col tentativo di riprendere con sé la ragazza. A quel punto lei gli offre una prestazione sessuale, lui accetta, ma proprio sul più bello scappa in preda allo spavento.

Questa scena però non appare nel film, in quanto il regista Paolo Sorrentino ha deciso di tagliarla per non si sa quale ragione. “Era una scena molto importante secondo me – ha detto Verdone – ma ho preferito non dire nulla a Paolo. Anche io sono regista e tante volte mi è capitato di tagliare parti a degli attori, anche se mi dispiaceva farlo. Sono cose che possono accadere”.

Non si sa di preciso perché Sorrentino abbia deciso di sforbiciare la scena: forse perché era troppo spinta, o forse perché il film è già molto lungo di suo e quest’ulteriore tassello lo avrebbe fatto durare davvero troppo? Non si sa, ma non è neanche detto che un giorno non possa essere rilasciata una versione uncut de “La grande bellezza”, per cui stay tuned!

Al di là di tutto rimane il fatto che “La grande bellezza” rappresenta tutt’oggi uno dei capolavori italiani del cinema. Può piacere oppure no, ma non si può non prendere atto di come questo film sia molto più che un semplice film. E soprattutto, di come questa pellicola rappresenti (finalmente) uno scatto di orgoglio per il cinema italiano, ultimamente noto ai più per filmetti di bassa lega e cinepanettoni di ormai dubbia originalità. E’ un film che ha creato uno scossone nel cinema e nello stesso establishment italiano, per cui, anche fosse solo per questo, è stato un lavoro che è riuscito nel suo intento.